Book club di dicembre, la casetta Il venditore di felicità

“Arriva su un vecchio furgoncino scoppiettante.
Lo si riconosce da lontano per via della campana.
DLIN DlIN! É il signor Piccione, il venditore di felicità.

Ma come la felicità si vende?
Certo! In barattolo piccolo, grande o confezione famiglia.”

Così inizia l’albo che assieme a Carmen e Marta abbiamo scelto per il book club delle casette di dicembre, Il Venditore di felicità di Davide Calì e Marco Somà di Kite Edizioni. Quando sono andata in libreria a novembre ho scelto gli ultimi tre libri di questo progetto, ero sicura di voler fare Mary Poppins a novembre ma ero indecisa su dicembre e gennaio così ho salito i gradini della scala a chiocciola e ho iniziato a cercare tra gli albi illustrati e Il venditore di felicità ha  catturato la mia attenzione… ha delle illustrazioni stupende e subito ho scoperto che anche il testo è pura poesia! Le due libraie hanno approvato la mia scelta ed è così che sono qui a parlarvi della felicità!

book club il venditore di felicita

La felicità…c’è chi ne vuole un barattolo grande, chi uno piccolo perché quello grande costa troppo, chi ne vuole una confezione da sei, chi una dozzina di quelli piccoli perché li userà come regali di Natale, chi tratta sul prezzo di un barattolo di scorta, chi non ve vuole affatto, chi li ordinerà la sera su internet, chi ne prenderà uno piccino per i nipoti e chi ne raccoglierà uno caduto per terra!

Ma cos’è la felicità? Il signor Topo trova per terra il barattolo e lo porta a casa dove scopre che è … vuoto! Che felicità lui aveva veramente bisogno di un vaso vuoto!
Sì, la felicità sono piccole cose che ci fanno stare bene, sono piccoli gesti che facciamo e piccole attenzioni che riceviamo. É il tempo che ci viene dedicato quando qualcuno sceglie un regalo per noi o quando proprio del tempo è il regalo che riceviamo. Felicità è raggiungere un traguardo, piccolo grande che sia, è fare una passeggiata, è fermarsi a riflettere o fare un bel viaggio. Sì, la felicità è tante cose, una cosa diversa per ciascuno di noi!

La signora Quaglia ne compra un barattolo grande,
da dividere con gli amici quando vengono a cena.

La signora Scricciolo invece ne compera uno piccolo,
perché non permettersi quello grande.

I timbrini delle casette

Per il tetto della casetta book club de Il venditore di felicità ho scelto il color bianco perché è la casetta di dicembre e dicembre è il mese della neve che per me è super felicità! Anche la casettina del segna libro ha il tetto bianco candido e anche la perla che lo decora è bianca. Su un lato vola il Signor Piccione tutto indaffarato a portare qui è lì i suoi barattoli. Lui vola da un albero all’altro perché le splendide case degli animaletti di questa storia sono proprio gli alberi che ho voluto descrivere con una foglia di quercia. E poi non poteva mancare il barattolo ricco di felicità, sia esso mignon, grande o piccolo!
Le casette, che siano quelle del book club o quelle innamorate o quelle di Natale, sono di natura portatrici di sogni e felicità è così, assieme al segnalibro e alla casetta, riceverai anche un piccolo vasetto di felicità da usare come vorrai!

Il signor Luì prova a trattare sul prezzo, perché lui felice lo è già,
ma vorrebbe un barattolo di scorta.

Il Signor piccione però è irremovibile: niente sconti!
La felicità non si da via a metà prezzo!

book club il venditore di felicita

Cosa mi piace del venditore di felicità

Tutto (e potrei scrivere solo questo!)… adoro le illustrazioni di Marco Somà, tutte quelle casette sugli alberi, andrei subito a viverci! Vorrei anche il furgoncino del signor Piccione per fare mercatini e consegne, le casette ne sarebbero felici! Vorrei passeggiare nelle foreste di alberi del libro anche per incontrare i personaggi e complimentarmi con loro e con la loro sarta per i vestiti che indossano. Eh sì, vorrei anch’io un barattolo di felicità per me e una mezza dozzina di mignon da regalare!
Leggerei e rileggerei le parole di Davide Calì, leggendole capisco il tono del cinguettio della signora Cinciallegra e della Signora Upupa e il boffonchiare del signor Storno intento a dipingere. Mi fa tenerezza la signora Pettirosso e anche la signora Scricciolo con i loro vasetti piccoli ma sicuramente pienissimi di felicità!

Il signor Topo corre a casa con il barattolo. Lo apre e scopre che è VUOTO.
Proprio come tutti gli altri.
Il signor Topo è felicissimo!
Un barattolo vuoto era proprio quello che voleva.

ISTRUZIONI PER L’USO

Le casette Book club, come tutti i mesi, sono in edizione limitata. Ce ne sono solo due, una la trovi qui nello shop e una la puoi acquistare direttamente da me in Laboratorio. Ma non arriverà da sola! La casetta, che rispetto alle sorelle, adora più stare sulla tua libreria che non in viaggio, arriverà sul furgone del signor Piccione accompagnata da un segnalibro decorato con una casetta Book club in miniatura così, quando la maggiore deciderà di seguirti nei tuoi viaggi avrai sempre una mini casetta che veglierà i tuoi libri preferiti. Le casettine Book club, prima di arrivare nella tua libreria, si sono fatte un giro da Marta e Carmen alla Libreria Le due zitelle per chiedere un libro e un barattolo di felicità! Casette e segnalibro sono pronte per passare il Natale con te, vieni a incontrarle?