Erbario ceramico • corso di ceramica per bambini e ragazzi

erbario ceramico

Sono in dirittura d’arrivo con i corsi di primavera, questa settimana terminerà l’ultimo dei tre workshop partiti e sono molto soddisfatta! Il tema delle impressioni è piaciuto tantissimo: ci siamo sbizzarrire a raccogliere piante e a scovare in casa tutto ciò che avesse una bella impronta! Sono nati così piastrelline, ciotole, porta lampade, scacciaspiriti e vasi, tutti finemente decorati con pizzi, erbe, fiori, bottoni e conchiglie! Oltre alle creazioni, quello che mi ha dato molto soddisfazione è stato il formarsi di gruppi affiatati e di nuove amicizie. Lo dico sempre: i miei corsi non sono un’accademia della ceramica ma un momento di relax, di creatività, di sperimentazione e di chiacchiere, di nuove conoscenze e di confronto.
Ma se questi corsi sono andati così bene perché non farne uno per bambini e ragazzi sul tema impronte?

Leggi tutto:

Book club di maggio, la casetta di Pomi d’ottone e manici di scopa

casetta book club pomi d'ottone

Il Book club delle casette mi sta facendo riscoprire tantissimi libri legati alla mia infanzia ma devo ammettere che il libro di maggio, Pomi d’ottone e manici di scopa, non l’avevo mai letto prima d’ora. Ho da sempre solo visto il film, e intendo dire visto mille e mille volte quasi da sapere a memoria le battute!, ma non ho mai letto il libro che Mary Norton ha scritto nel 1957. Il film della Walt Disney uscito nel 1971 ha come protagonista la mitica e allora giovanissima Angela Lansbury. Adoro la scena dei ragazzini chiusi nel museo, il gatto nero spelacchiato di Miss Price e gli animali della foresta. Quando ho iniziato a scrivere la lista dei libri da leggere, o rileggere, in occasione di questo nuovo progetto mi sono detta che era giunto il momento e ho fatto ordinare a Carmen e Marta della libreria Le due zitelle qualche copia! Ho letto il libro tutto di un fiato, non è difficile farlo!, e mi sono subito resa conto delle differenze con il film. Ho scoperto poi, documentandomi per questo articolo, che un altro libro di Mary Norton è stato usato in abbinata per la sceneggiatura del film ed è Il magico pomo d’ottone, ovvero come diventare una strega in dieci facili lezioni.

Leggi tutto:

Book club di aprile, la casetta del Mago di Oz

Il Mago di Oz

Il mio primo ricordo legato al Mago di Oz è legato al film di Walter Murch prodotto dalla Walt Disney nel 1885, probabilmente io l’ho visto qualche anno dopo in televisione. Questo film era considerato il seguito dell’originale Il Mago di Oz uscito nel 1939, quello con Judy Garland, e raccontava della piccola Dorothy che tornava nel Regno di Oz, infatti il film si intitola Return to Oz, e viveva le sue mille avventure tra streghe e luoghi fantastici per riuscire a salvare il famoso Regno di Smeraldo. Il film è super dark e la scena che più mi faceva impressione era quella di Dorothy che passava nella galleria di teste* della strega per prendere una chiave. *la strega aveva una galleria con delle vetrinette e dentro teneva le sue teste di ricambio, super comodo, non era mai spettinata o con il trucco da rifare! Pochi anni dopo ho visto anche il film del 1939 e dopo ancora ho letto il libro di Frank Baum. Lo devo dire? Adoro anche questa storia perfetta per il Book club delle casette e in sintonia anche con la Libreria le due Zitelle, la location del mio book club! Leggi tutto:

Corsi di ceramica di primavera da Argille

corsi di ceramica

Finalmente è arrivata la primavera! Sono seduta ai miei tavoloni gialli e dalla vetrata entrano dei bei raggi di sole. La scorsa settimana, allo scoccare del 21 marzo, ho cambiato allestimento in laboratorio e sono passata dalla versione invernale a quella primavera-estate. E cosa prevede la versione primavera-estate? Tavoloni gialli al centro dello spazio per accogliere anche te che vorrai partecipare ai miei workshop! I corsi dell’anno scorso mi hanno dato grande soddisfazione, tutti i partecipanti sono rimasti contenti delle loro creazioni, anche chi si avvicinava alla manipolazione dell’argilla per la prima volta. Lo dico sempre, la ceramica è magica, riesce a fare emergere il lato creativo ed emozionale di tutti. Leggi tutto:

“Ci vuole un fiore”, una preziosa edizione limitata

ci vuole un fiore

La scorsa settimana ho preso una decisione: almeno in Laboratorio sarebbe arrivata la primavera! Mai come quest’anno ne sento la necessità: la pioggia e le nuvole mi stanno dando filo da torcere, ho voglia di sole e di fiori e germogli! Sabato scorso ho spostato mobili e tavoli, ho cambiato la vetrina e ho lavato il tappeto e le tende. Forse questo bisogno di primavera che ho è anche dovuto al fatto che oggi, primo giorno di primavera, io e Gabriella Sperotto (se non la conosci dai un’occhiata qui), ti presentiamo un progetto a cui stiamo lavorando da un po’ e che ti vuole dire che… a volte basta un fiore (che fiore non è). Leggi tutto:

Book club di marzo, la casetta di Pippi Calzelunghe

casetta pippi calzelunge

I primissimi corsi di ceramica che ho proposto erano dedicati ai bambini e li ho fatti in biblioteca. Assieme si leggeva un libro che poi veniva illustrato con i personaggi realizzati in ceramica, ancora oggi questo è uno dei miei laboratori più richiesti. Se ci penso bene questa attività è in linea con il Book club delle casette: cambia la location e la creazione finale ma non l’amore per la lettura e la ceramica. Ripensando a questo ho voluto dedicare a marzo uno dei libri che ho “illustrato” all’inizio della mia attività, anzi il primo in assoluto: sono andata in Libreria Le due zitelle e ho chiesto a Carmen e Marta una copia di Pippi Calzelunghe di Astrid Lindgren.

Leggi tutto:

Book club di febbraio, la casetta del Piccolo Principe

casetta piccolo principe dal tetto blu cosmo

Sono felicissima di pubblicare il primo Book club delle casette di Argille! Ogni mese una casetta (e la micro casetta del segnalibro abbinato) sarà dedicata ad un libro: i suoi timbri, e anche quelli della microcasetta del segnalibro, parleranno dei personaggi della storia, li sceglierò io e ti spiegherò il perché. Per iniziare ho scelto un libro che amo moltissimo ed è in perfetto mood con le casette: Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry.  Leggi tutto:

Book club delle Casette di Argille

L’anno scorso, da gennaio a dicembre, una volta al mese ti ho presentato una casetta: ti ho raccontato tutto di lei e del suo carattere. Ti ho svelato quali fossero i suoi film e libri preferiti e ti ho anche suggerito una meta per il viaggio perfetto in sua compagnia. Mi sono molto divertita a immaginare di intervistare le casette per scrivere gli articoli. Ma ti ricordi cosa c’è scritto nel biglietto che le accompagna?

“Le casette sono molto curiose,
sono frequentatrici di mensole e librerie,
cucine e salotti, fedeli compagne di scrivania
e silenziose abitanti di comodini,
ma anche avventurose viaggiatrici!” Leggi tutto:

Prendi un tè? Nuovo corso di decorazione della ceramica

Nel Laboratorio di Argille non possono mai mancare, oltre ai miei adorati timbri, il bollitore, le tisane e la mia tazza da mezzo litro! Si sono un’amante del tè, tisane, infusi che mi fanno sempre compagnia, anche mentre lavoro, caldi d’inverno e freddi d’estate. Ma se uno è un vero amante di questa bevanda, si può accontentare di una tazza qualsiasi? Può offrire ai suoi ospiti una tisana in tazze tutte diverse e anonime!? La risposta è… assolutamente no! E io che sono brava ho anche la soluzione a questo problema!

Leggi tutto: