Piccola guida per avere la tua Argille personalizzata a Natale

argille natale

Ho ho ho (o forse meglio, arg!) Natale è dietro l’angolo e io ho già iniziato ad aprire i cassettini dei timbri e degli stampini per biscotti con la scritta… Christmas {Argille di Natale!}! L’anno scorso, memore del mio essere sempre un pochino in ritardo avevo scritto nella mia agenda nuova un promemoria nel mese di ottobre: una bella lista con le cose fatte e quelle da fare per Natale. Nella lista mi auto-ricordavo di avvisare con un certo anticipo che per ricevere una creazione di Argille per Natale c’era un “ora o mai più da rispettare” e quindi eccomi qui con un piccolo decalogo a tema “mandami ora la tua mail per i regali sotto l’albero”! Non mi stufo mai di dire che la ceramica ha le sue regole e i suoi ritmi che, uniti ai miei ritmi e alle mie regole, dettano i tempi di realizzazione di un ordine personalizzato. Quest’anno ho deciso di accettare ordini personalizzati per i regali di Natale fino al 16 di novembre. Leggi tutto:

Book club di settembre, la casetta di Ventimila leghe sotto i mari

book club settembre

Hai mai letto un libro di Jules Verne? Sono sicura di sì, di certo la tua insegnante di lettere alle scuole medie l’ha scelto come libro per le vacanze o come libro di narrativa da utilizzare durante l’anno. Io, non ricordo se in seconda o terza media, ho avuto come testo di narrativa “Viaggio al centro della terra” e l’ho subito amato! Proprio quell’anno una sorte avversa mi ha fatto passare tutte le vacanze natalizie con l’influenza, che sfortuna!, ma così ho letteralmente divorato quel libro (ma alla mia prof. mica l’ho detto 🙂 ). La casetta book club di settembre  è dedicata ad un’altra opera di Verne, Ventimila leghe sotto i mari pubblicato per la prima volta nel 1870. Marta e Carmen della Libreria Le due zitelle mi hanno consigliato l’edizione della Feltrinelli che mi è subito piaciuta per l’illustrazione in copertina.

Leggi tutto:

Book club di agosto, il faro di Bice speciale

book club agosto

Quest’anno le mie vacanze sono state un po’ on the road, sono partita e subito ho passato alcuni giorni al mare in Croazia, ne avevo veramente bisogno, per poi spingermi a Zagabria e Lubiana e fare il pieno di emozioni e ispirazioni! Al mare mi sono immersa nella natura tra scogli, acqua azzurra, vegetazione allo stato brado, poche persone, molto silenzio, le stelle cadenti e il rumore delle onde. E lontano dalla costa, da solo su un isolotto e colorato di bianco e rosso, c’era lui, il faro di Bice Speciale. Se mi segui da un po’ Bice già la conosci ma io te ne parlo lo stesso perché ad agosto è proprio Bice Speciale di Miriam Koch edito da Donzelli ad essere la casetta Book club, il mio progetto di quest’anno in collaborazione con la Libreria le due Zitelle. Marta e Carmen le hanno dato un posto speciale in vetrina perché è un albo dolcissimo che fa bene ai bambini ma secondo me fa benissimo anche agli adulti!

Bice Speciale è una pecora. Una pecora particolare.
Bice è Speciale, si vede subito. E lei lo sa… É sola.
Quando una mongolfiera colorata si libra sul prato, Bice è presa da una grande malinconia, decide di inseguirla…

book club agosto

Bice vive con le sue amiche pecore in un prato verde. Bice è una pecora diversa dalle altre perché non è bianca, nemmeno nera!, ma a strisce bianche e rosse. Bice si sente strana e sta sempre da sola, isolata dal gruppo. Un bel giorno la pecorella si domanda se al mondo esista un’altra come lei e inizia così un lungo viaggio. In città, in campagna, lungo le strade si illude sempre di aver trovato quello che cercava ma alla fine, sconsolata, sale in un treno e si addormenta… La caparbia pecorella si sveglia chiusa in un pacco consegnato in un luogo dove si sente il rumore del mare, appena esce dalla scatola si ritrova ai piedi di una casa speciale come lei: è a strisce bianche e rosse ed è un faro! Il maestoso faro è come lei, se ne sta da solo su una scogliera ma ben presto capisce che senza di lui la gente di mare sarebbe persa! É la loro guida, il loro punto fermo e anche lei può diventare tutto questo. Trova subito un nuovo gregge che la accoglie e con le nuove amiche vivrà sulla scogliera in riva al mare vicino al suo amico faro.

Trova altre cose, che sembrano somigliarle.
Però nessuna sa rispondere alle sue domande: perché è Speciale? DA che parte deve andare?
Bice è più sola di prima.
… Tutto è speciale, ma non proprio come lei.
Forse il treno la porterà in un posto, dove va bene essere speciale, spera sconsolata.

Il faretto e il suo pecorino

Faretto è nato assieme al suo pecorino, sono proprio dedicati al Faro e a Bice speciale! Il faro è rosso e nella parte bianca ha delle piccole impressioni che ricordano le decorazioni delle amiche casette. Pecorino è una pecora quasi-nera, ha delle piccole impressioni, che se ne sta beata vicino all’amico faro, ha gli occhi un po’ socchiusi… chissà cosa sta sognando!

COSA MI PIACE DI BICE SPECIALE

Più volte ti ho detto di quanto mi piacciano gli albi illustrati: le brevi storie e le illustrazioni spesso insegnano più agli adulti che ai bambini, e l’albo di Marianna Koch ci può insegnare tante cose. La diversità è una risorsa anche se spesso non ce ne accorgiamo. La diversità è una marcia in più se riusciamo a scavalcare quello che siamo agli occhi degli altri. Alle volte siamo noi che costruiamo un muro alto e ci isoliamo invece, guardandoci da un altro punto di vista, possiamo essere come gli altri, anzi speciali! Bice ci racconta di come l’autostima sia importante e che se siamo noi i primi a credere nelle nostre capacità il resto verrà da solo!

Quando si sveglia, è tutto buio intorno.
Un rumore meraviglioso le arriva alle orecchie e poi dritto al cuore. Bice esce dall’oscurità e scorge una torre gigantesca. Fa luce e le somiglia. Un faro. Bice si meraviglia davanti all’immensità del mare e respira l’aria salata.

Qui tutto è Speciale, così meravigliosamente Speciale!

book club agosto

ISTRUZIONI PER L’USO

Le casette-faretti Book club, come tutti i mesi, sono in edizione limitata. Ce ne sono solo due, una la trovi qui nello shop e una la puoi acquistare direttamente da me in Laboratorio. Ma non arriverà da sola! Il faretto con pecorino arriverà accompagnata da un segnalibro decorato con un faretto Book club in miniatura così, quando faro e pecorino decideranno di seguirti nei tuoi viaggi avrai sempre una mini casetta-faretto che veglierà i tuoi libri preferiti. Le casettine-faretti Book club, prima di arrivare nella tua libreria, si sono fatte un giro da Marta e Carmen alla Libreria Le due Zitelle per scegliere un nuovo libro per la libreria e lo hanno trovato in vetrina tra tanti altri libri. Non sarebbe bello leggere l’albo in riva agli scogli con il rumore del mare e faretto e pecorino che guardano l’orizzonte?! E se vuoi fare un bel regalo, prendi da loro il libro, da me faro e pecorino e ti faremo una bella confezione!

Book club di luglio, la casetta di Alice nel paese delle meraviglie

book club luglio

Non so se ti ho mai raccontato che mi piace tantissimo il cinema, inteso proprio come locale! Mi piace vedere i film ma non in tv, si guardo anche la televisione, ma andare al cinema a vedere un film, mi piace tantissimo! Mi piace andare in centro a Belluno nel cinema storico della città, sedermi nelle poltrone rosse assieme a tutti gli altri spettatori ed immergermi nella storia che le immagini mi racconteranno. Leggi tutto:

Book club di giugno, la casetta di Gatto nero, Gatta bianca

Gatto nero gatta bianca

Io adoro gli albi illustrati, te l’avevo già detto? Li uso per lavoro, sono la base di tante attività che progetto per i piccini e con questa scusa ogni tanto me ne regalo un paio. Inutile dire che ho contagiato anche le casette e così per il mese di giugno mi hanno chiesto, per il loro book club, un albo illustrato. Ci ho pensato tanto e alla fine ho scelto un albo che ho preso alla Fiera Internazionale del Libro per ragazzi di Bologna già qualche anno fa ma che ogni tanto rileggo e mi fa sempre emozionare, Gatto nero, Gatta bianca di Silvia Borando pubblicato da Minibombo (non è già stupendo il nome della casa editrice?!). Marta e Carmen hanno approvato subito la mia scelta e ordinato una scorta di Gatti neri, Gatte bianche per la loro Libreria Le due Zitelle.

Leggi tutto:

Erbario ceramico • corso di ceramica per bambini e ragazzi

erbario ceramico

Sono in dirittura d’arrivo con i corsi di primavera, questa settimana terminerà l’ultimo dei tre workshop partiti e sono molto soddisfatta! Il tema delle impressioni è piaciuto tantissimo: ci siamo sbizzarrire a raccogliere piante e a scovare in casa tutto ciò che avesse una bella impronta! Sono nati così piastrelline, ciotole, porta lampade, scacciaspiriti e vasi, tutti finemente decorati con pizzi, erbe, fiori, bottoni e conchiglie! Oltre alle creazioni, quello che mi ha dato molto soddisfazione è stato il formarsi di gruppi affiatati e di nuove amicizie. Lo dico sempre: i miei corsi non sono un’accademia della ceramica ma un momento di relax, di creatività, di sperimentazione e di chiacchiere, di nuove conoscenze e di confronto.
Ma se questi corsi sono andati così bene perché non farne uno per bambini e ragazzi sul tema impronte?

Leggi tutto:

Book club di maggio, la casetta di Pomi d’ottone e manici di scopa

casetta book club pomi d'ottone

Il Book club delle casette mi sta facendo riscoprire tantissimi libri legati alla mia infanzia ma devo ammettere che il libro di maggio, Pomi d’ottone e manici di scopa, non l’avevo mai letto prima d’ora. Ho da sempre solo visto il film, e intendo dire visto mille e mille volte quasi da sapere a memoria le battute!, ma non ho mai letto il libro che Mary Norton ha scritto nel 1957. Il film della Walt Disney uscito nel 1971 ha come protagonista la mitica e allora giovanissima Angela Lansbury. Adoro la scena dei ragazzini chiusi nel museo, il gatto nero spelacchiato di Miss Price e gli animali della foresta. Quando ho iniziato a scrivere la lista dei libri da leggere, o rileggere, in occasione di questo nuovo progetto mi sono detta che era giunto il momento e ho fatto ordinare a Carmen e Marta della libreria Le due zitelle qualche copia! Ho letto il libro tutto di un fiato, non è difficile farlo!, e mi sono subito resa conto delle differenze con il film. Ho scoperto poi, documentandomi per questo articolo, che un altro libro di Mary Norton è stato usato in abbinata per la sceneggiatura del film ed è Il magico pomo d’ottone, ovvero come diventare una strega in dieci facili lezioni.

Leggi tutto:

Book club di aprile, la casetta del Mago di Oz

Il Mago di Oz

Il mio primo ricordo legato al Mago di Oz è legato al film di Walter Murch prodotto dalla Walt Disney nel 1885, probabilmente io l’ho visto qualche anno dopo in televisione. Questo film era considerato il seguito dell’originale Il Mago di Oz uscito nel 1939, quello con Judy Garland, e raccontava della piccola Dorothy che tornava nel Regno di Oz, infatti il film si intitola Return to Oz, e viveva le sue mille avventure tra streghe e luoghi fantastici per riuscire a salvare il famoso Regno di Smeraldo. Il film è super dark e la scena che più mi faceva impressione era quella di Dorothy che passava nella galleria di teste* della strega per prendere una chiave. *la strega aveva una galleria con delle vetrinette e dentro teneva le sue teste di ricambio, super comodo, non era mai spettinata o con il trucco da rifare! Pochi anni dopo ho visto anche il film del 1939 e dopo ancora ho letto il libro di Frank Baum. Lo devo dire? Adoro anche questa storia perfetta per il Book club delle casette e in sintonia anche con la Libreria le due Zitelle, la location del mio book club! Leggi tutto: