Il Carnet di Viaggio delle Casette di Argille – In viaggio!

casette in viaggio

Le casette di Argille, l’ho raccontato tante volte, nascono da un viaggio. Mi trovavo a Lubiana e davanti alla vetrina di un piccolo negozio di artigianato ho avuto l’ispirazione di realizzare delle piccole casette usando la mia già bella collezione di timbri. Eh sì, devo a quel viaggio l’idea delle casette e la scusa di ingrandire sempre di più a mia collezione di timbri!

Il carnet di viaggio che sto realizzando mese per mese è un taccuino a fisarmonica che ho realizzato a gennaio durante un corso di acquerello. Ho sempre desiderato cimentarmi con questa tecnica ma da sola non ho mai trovato la motivazione giusta, così appena ho saputo del  corso mi sono subito iscritta e ho fatto bene! Innanzitutto perché creare e sperimentare una tecnica nuova in compagnia è stupendo e Marta, la nostra insegnante, è stata brava e mi ha dato moltissimi spunti!
Mese per mese scelgo una fotografia di quelle che i possessori di casette condividono sui social oppure mi inviano via mail, la stampo, la incollo, decoro la pagina del carnet con gli acquerelli e come al solito ti racconto qualcosa di me!

Il mese di maggio nei miei pensieri era decisamente meno piovoso e molto più soleggiato di come si sta presentando in questi giorni. Maggio di solito è un mese di attesa, è un mese di grande lavoro che porta all’estate. É quel mese che ti fa pensare alle vacanze, quello che ti sussurra che ce l’hai quasi fatta, sei arrivata a metà anno e ce la puoi fare! Maggio è il mese dei fiori, delle prime camminate in montagna, di qualche giro in città belle da visitare, è il mese perfetto per le casette in viaggio.

Ogni viaggio lo vivi tre volte: quando lo sogni, quando lo vivi e quando lo ricordi

Questa frase è perfetta! Maggio è il mese dei sogni e dei progetti che vivrai durante l’estate ed è anche il mese dei ricordi, quelli nostalgici ma belli dei luoghi viste e delle esperienze vissute

Ma allora cosa hai scelto per la pagina del carnet? Ho scelto due foto di casette in viaggio, due viaggi molto diversi ma molto significativi e legati da qualcosa di speciale.

Casetta dal tetto verde di Laura ogni tanto spunta dalle mie ricerche in Instagram, e in questa foto è stata immortalata durante un viaggio negli Stati Uniti, qui la vediamo con uno sfondo molto famoso, il Golden gate Bridge di San Francisco. Deve essere stato un viaggio meraviglioso, come tutti i viaggi che si fanno con occhi e cuore spalancati.

Casetta dal tetto turchese con cuoricino che vola è in una famosa città europea, la riconosci? É in Puerta del Sol a Madrid. La casina in questione è una delle casine di Francesca. Fra è un’amica che vive a Madrid da tanti anni ed è proprio grazie a lei che ho potuto visitare questa città un bel po’ di volte.

Il viaggio della casetta dal tetto turchese è diverso da quello della casina di Laura perché non è una vacanza, è un vivere in una città diversa da quella in cui si è nati ma anche questo può essere considerato un viaggio no? Un viaggio può sempre prevedere un ritorno a Casa. Le casette amano farsi fotografare nei viaggi alla scoperta di nuovi luoghi ma anche nelle città dove vivono, nei loro posti preferiti o anche negli angoli più sconosciuti. Una casetta può essere una perfetta guida curiosa alla scoperta della città o paese in cui viviamo!

Queste casetta hanno anche un’altra cosa in comune, fanno parte di quel clan di casette che io definisco “su misura”. Sono quelle che non nascono da una combinazione casuale ma magica di timbrini ma che mi vengono chieste e che devono rappresentare alla perfezione chi le riceverà!
Laura ha ricevuto la sua casina dal tetto verde da un’amica che è passata da me in lab e dopo avermi raccontato la storia che la casina doveva raccontare ha scelto con pazienza timbri e colore del suo speciale dono. Fra ha scelto la sua casina innamorata dedicandola a Madrid, poteva non esserci l’orsetto vicino all’albero?!

Sono sempre molto indecisa quando mi chiedono se preferisco le casette personalizzate o quelle casualmente magiche. Delle casine personalizzate adoro i racconti che mi vengono fatti per permettermi di proporre i timbrini giusti. Mi commuovo per le storie che mi si chiede di tradurre in segni sui tre lati delle casette o quando le mie casine diventano doni per gli ospiti quando vengono scelte come bomboniere. Delle casette che preparo io mi stupisce sempre come ogni timbro che abbino all’altro un po’ per piacere estetico un po’ per i miei gusti personali per un’altra persona assuma significati così diversi ma così pregnanti per il messaggio che vuole dare. Sono sempre soddisfatta quando prendendo in mano una casina dallo scaffale delle casine pronte anche i miei clienti si stupiscono del fatto che i timbri danno alla casetta il significato perfetto per il loro regalo, per questo le chiamo le casette casualmente magiche, perché tutto torna!

Dai maggio, concedici i sogni e i bei ricordi perché le casette scalpitano e io con loro e allora ti faccio una proposta! Se la tua casina non ha in programma imminenti viaggi, hai voglia di portarla in giro per il tuo paese o la tua città e scovare con lei angoli inaspettati?

Ok, i compiti che ti lascio sono di andartene in giro per la tua città con occhi nuovi e fotografare la tua casina negli angoli che trovi più belli! Puoi mandarmi le foto che farai oppure pubblicarle sui tuoi social taggandomi se usi Facebook oppure usando #casettediargille se sei Instagram dipendente 😉 Mi piacerebbe molto scoprire cosa ti affascina della città che prima non avevi mai notato!
Ci stai? Fatti afferrare dalla gioia di uno sguardo inaspettato, io aspetto nuove foto e nuove storie di casette!

Un momento di gioia ci prende sempre di sorpresa.
Non siamo noi ad afferrarlo, ma è lui ad afferrare noi.
Ashley Montagu